Dalle 21,30 di ieri circa cinquemila persone tra San Giuseppe, San Gennaro ed Ottaviano sono senza acqua. La causa è un guasto improvviso alla rete idrica che ha colpito un allacciamento centrale al confine delle tre città ai piedi del vulcano. Una grossa perdita, infatti, è stata avvistata da alcuni cittadini nei pressi di via Carbonari, a San Giuseppe Vesuviano. Dopo la segnalazione, sul posto è immediatamente arrivata una squadra della Gori.

Gli addetti alla manutenzione non hanno potuto fare altro che staccare l’erogazione del servizio idrico, che oltre al territorio sangiuseppese ha riguardato anche alcune porzioni periferiche di Ottaviano e San Gennaro Vesuviano. Un’interruzione che, vista l’emergenza, è naturalmente arrivata senza alcun preavviso per i cittadini che da un momento all’altro si sono ritrovati con i rubinetti a secco e senza la possibilità di fare alcun rifornimento preventivo.

Duro il lavoro degli operai intervenuti. Il cantiere, infatti, è tuttora aperto e soltanto alcune zone interessate dalla rottura delle condotte sono attualmente servite, anche se con una pressione molto bassa. In sostanza, ai piani alti l’acqua non è ancora disponibile. La situazione, tuttavia, dovrebbe tornare alla normalità entro l’ora di pranzo, quando gli uomini della Gori contano di terminare la riparazione del guasto. Disagi enormi per i cittadini, costretti a comprare minerale in bottiglia o a rivolgersi ad amici e parenti per arginare il disservizio.

guasto idrico