“Fiera Vesuviana”, sindaco, presidente ed amministrazione: «Edizione memorabile»

24

Soddisfazione e momenti di grande orgoglio per il popolo sangennarese alla cerimonia di chiusura della quattrocentesima edizione della fiera vesuviana. Sul palco centrale della manifestazione erano presenti il sindaco dott. Aniello Giugliano, il presidente del comitato fiera prof. Aniello Giugliano e l’amministrazione comunale, che davanti alla platea di persone hanno voluto esprimere tutte le loro emozioni e rivolgere i più sentiti ringraziamenti per come si è svolta questa kermesse settembrina che ormai ha raggiunto livelli di importanza nel panorama nazionale come pochi.

«La fiera vesuviana con il suo bagaglio di cultura,storia e tradizione è diventata una leggenda, si può tranquillamente definire una fiera leggendaria, per tutti i commenti positivi ricevuti e per l’enorme mole di persone provenienti da ogni località». Cosi il sindaco di San Gennaro Vesuviano dott. Aniello Giugliano: «Noi siamo arrivati come amministrazione nel 2009 e molti di voi, credo, ricorderanno bene com’era strutturata la fiera in quei tempi, la cosa sensazionale è che da un programma scritto su un piccolo volantino, magari una mezza paginetta adesso abbiamo un programma che sembra un vero e proprio libro. La mancanza di una struttura stabile non ci ha permesso di avere diverse edizioni di fiera vesuviana nell’arco dell’anno, comunque abbiamo raggiunto livelli incredibili. Abbiamo realizzato un salone equestre che ci invidiano tutti e siamo diventati il riferimento di tutto il sud Italia per fiera cavalli Verona, l’evento più importante d’Europa. La cosa che mi stupisce – prosegue il sindaco – è che nonostante le numerose richieste che abbiamo rivolto a Rai tre Campania o a qualche altra importante istituzione, non siamo mai riusciti ad averli qui con noi in aggiunta al fatto che si occupano molto di territorio e salvaguardia dell’ambiente. La fiera vesuviana ormai è una realtà consolidata, la fiera è tutto per noi ed è proprio per questo che abbiamo voluto apporre all’angolo di piazza margherita un opera che rappresenta una testimonianza nel tempo delle nostre radici. Siamo orgogliosi di aver reso un grosso servizio alla nostra comunità con un evento unico ed esclusivo, ringrazio tutte le persone che hanno contribuito a tale manifestazione e auguro – conclude il sindaco – che la prossima edizione sia sempre più ricca e determinante per lo sviluppo economico e sociale della società».

La parola poi passa al vice sindaco di San Gennaro Vesuviano Antonio Castaldo Tuccillo che preso dalle forti emozioni commenta cosi: «L’edizione quattrocento della nostra fiera vesuviana si è conclusa in maniera straordinaria e siamo tutti soddisfatti, però le cose non succedono a caso perché dietro la fiera c’è stato un grandissimo lavoro di persone spinte da ideali forti e solidali che sono state scelte nel momento e nel posto giusto. Qualche anno fa, io in qualità di vicesindaco, ho voluto investire personalmente sul nome del presidente Aniello Giugliano. A distanza di cinque anni, possiamo dire che grazie a lui la fiera a San Gennaro è arrivata a elevatissimi livelli, ma la cosa più emozionante è il salone equestre, vedere quei cavalli, anche per chi non è amante di questo bellissimo animale, ti rimane impresso nell’animo, io stesso mi sono commosso, ho pianto, perché vedere così tanti professionisti, la fiera cavalli Verona a San Gennaro Vesuviano, gli spettacoli di tutte le razze campane e non solo ti fa capire i passi da gigante che sono stati compiuti dopo anni di intenso lavoro. Questo, grazie anche all’amico Giuseppe Boccia, che io ringrazio infinitamente, poiché ha svolto un lavoro massacrante. Questa è la fiera che vogliamo tutti – conclude il vicesindaco – questo è lo spirito carico di valori e sentimenti profondi che non devono mai scomparire per portare sempre in alto il nome di San Gennaro Vesuviano città della fiera. Grazie di cuore a tutti voi».

Infine interviene il presidente del comitato fiera il prof. Aniello Giugliano che dopo aver ringraziato tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di un programma da lui stesso definito “memorabile” e sottolineato ancora una volta  l’importanza della fiera vesuviana e della rivalutazione del convento francescano, ha voluto precisare il ruolo e il lavoro fondamentale dei giovani all’interno della fiera vesuviana. «Tanti giovani ci hanno dato un contributo fondamentale, una spinta, stanno imparando il mestiere, perché nessuna istituzione regge se i giovani non stanno dietro ad imparare. Dovranno essere proprio i giovani a continuare nel futuro. Evviva i giovani che stanno intorno alla fiera, sono la nostra speranza!»

WP_001264

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE