Estorsione e aggressione a connazionale, in cella clandestino del Bangladesh

46

Giovane del Bangladesh aggredisce e taglieggia un imprenditore connazionale, ma viene arrestato dai carabinieri della stazione di San Giuseppe Vesuviano, coordinati dai colleghi della compagnia di Torre Annunziata, agli ordini del capitano Michele De Riggi. Scattate le manette ai polsi di Serajul Islam, 29 anni, domiciliato ad Ottaviano, ma clandestino. Il 21 settembre il giovane si era recato a San Giuseppe Vesuviano, in via Rossilli, da un suo connazionale 30enne, imprenditore edile, lì residente.

Stando a quanto raccontato dall’imprenditore, Serajul Islam si sarebbe recato da lui per pretendere la restituzione di un prestito che gli avrebbe concesso tempo addietro, ammontante a 6mila euro che, in quel momento, l’imprenditore non era in grado di onorare. Inoltre, per evitare ritorsioni, il 30enne gli avrebbe dovuto anche versare un’ulteriore somma mensile: una tangente in piena regola. Al rifiuto del connazionale, Serajul Islam ha cominciato ad aggredirlo e picchiarlo con un bastone per poi dopo abbandonarlo dolorante.

La vittima è stata poi accompagnata presso il più vicino ospedale dove ha ricevuto le cure dei sanitari e dove ha denunciato ai carabinieri l’accaduto. Dopo le veloci attività investigative, i carabinieri della stazione di San Giuseppe Vesuviano hanno sottoposto a fermo per estorsione e lesioni personali Serajul Islam, associandolo alla casa circondariale di Poggioreale.

carabinieri4

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE