Torna l’incubo discariche: un sito anche nel Vesuviano

121

Troppi “viaggi” di immondizia all’estero: dopo quelli via mare del Comune di Napoli, infatti, adesso la Provincia manda l’umido in Austria attraverso le rotaie. Una soluzione che non è mai piaciuta all’assessore regionale all’Ambiente, Giovanni Romano, che durante una conferenza dei servizi tenuta nei giorni scorsi ha battuto i pugni sul tavolo. L’obiettivo di Palazzo Santa Lucia è di tornare quanto prima al sistema delle discariche comprensoriali in cui stoccare la spazzatura che non può essere portata negli Stir o presso il termovalorizzatore di Acerra. Insomma, altri impianti intermedi per l’immondizia: e ciò vuol dire dunque la realizzazione di invasi sullo stile di Cava Sari chiusa un anno e mezzo fa a Terzigno.



Il progetto prevede la creazione di uno sversatoio che possa servire esclusivamente i territori del Vesuviano. Lo stesso, in tal senso, avverrebbe per il Nolano, l’area Flegrea, la zona Nord ed il capoluogo partenopeo. Un’idea che viene rispolverata dopo oltre due anni di silenzio in cui si è provveduto quasi in via esclusiva ad “inviare” la spazzatura all’estero o all’interno degli ex Cdr e talvolta fuori dalla Campania, sfruttando gli accordi chiusi dalla Regione con aziende di mezzo Meridione. Ma a quanto pare, l’ente di Santa Lucia intende perseguire l’indipendenza assoluta per quanto riguarda il ciclo di smaltimento.

In ballo c’è anche la possibilità di una nuova infrazione Ue, tema caldissimo che esorta l’assessore Romano a chiedere alle Province – ed alle rispettive aziende partecipate – di avviare un’indagine conoscitiva per trovare le località in cui fare sorgere le discariche. Naturalmente è troppo presto per avanzare ipotesi: da scartare la possibilità di un nuovo sito a Terzigno, negli anni scorsi si era parlato di Sant’Anastasia e Somma Vesuviana, ma al momento ogni idea sarebbe prematura. Durante la conferenza dei servizi è stata chiesta, infine, anche un’accelerazione per i bandi dei termovalorizzatori: progetti che tuttavia non riguardano l’area ai piedi del Vesuvio.

discariche

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE