Prende denaro da un imprenditore. In manette Ispettore sangiuseppese corrotto

65

Nella tarda mattinata di oggi, i poliziotti della Squadra Mobile partenopea hanno arrestato, per il reato di concussione, l’Ispettore Capo della Polizia di Stato, in servizio presso il Commissariato di San Giuseppe Vesuviano.

Infatti, un imprenditore ha denunciato al personale della Squadra Mobile ed ai carabinieri della stazione di Somma Vesuviana che, per l’evasione di una pratica relativa alla voltura di una licenza per l’esercizio di un’agenzia di scommesse, presentata al commissariato di San Giuseppe Vesuviano, l’ispettore, responsabile dell’Ufficio di Polizia Amministrativa, aveva richiesto indebitamente una cifra di denaro, inducendo la vittima ad accettare il compromesso illecito con pretestuosi e ingiustificati rallentamenti burocratici.

Per tale motivo sono stati predisposti controlli che hanno riscontrato l’incontro tra le due parti in un bar del paese, durante il quale si consumava la scambio del denaro, in banconote precedentemente fotocopiate.

A seguito di perquisizioni, svolte anche nell’ufficio del dipendente, il personale operante ha rinvenuto il denaro nel garage del commissariato dove l’ispettore lo aveva occultato.

Grazie agli elementi raccolti si è proceduto all’arresto del nominato che è stato tradotto presso il carcere militare di Santa Maria Capua Vetere.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE