Accoltellò 31enne di Poggiomarino in discoteca, condannato a 5 anni e 8 mesi


156

È stato condannato a cinque anni ed otto mesi di reclusione, Giovanni Gebre, il 41enne di Salerno che ad inizio agosto accoltellò in discoteca il 31enne di Poggiomarino, Fabio Salvati L’accusa per l’uomo è stata di tentato omicidio e possesso illegale di arma da taglio. La sentenza è stata emessa, con rito abbreviato dai giudici della prima sezione penale del Tribunale. Giovanni Gebre è responsabile dell’accoltellamento, avvenuto all’alba del 4 agosto, all’interno della discoteca “Dolce Vita” sul litorale salernitano.



Arrestato subito dopo l’aggressione, ha raccontato che la lite è scoppiata per essersi intrattenuto con una ragazza che era in compagnia della vittima. Dalle testimonianze raccolte dai carabinieri della compagnia di Battipaglia, titolari delle indagini che hanno portato all’arresto di Giovanni Gebre, sembrerebbe che i due abbiano scambiato qualche parola in pista prima di litigare e che l’imputato abbia estratto un coltello a serramanico con una lama di otto centimetri ancor prima di una colluttazione tra i due contendenti.

Ad accompagnare in ospedale la vittima del ferimento furono gli amici di Salvati: prima al Camplongo Hospital, poi il trasferimento all’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia dove l’uomo è stato ricoverato per la ferita da taglio all’addome riportata nell’accoltellamento. Giovanni Gebre, di origini etiopi ma residente a Salerno nella frazione Matierno, è un nome ben noto alle forze dell’ordine conosciuto, in particolare, negli ambienti dello spaccio di droga.

accoltella

 

 

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE