Cadavere dato alle fiamme nelle campagne di Sant’Anastasia: in due ammettono le colpe

2040

A 15 anni di distanza pare esserci una piccola svolta per l’omicidio di camorra di Gennaro Panico, il cui corpo senza vita venne caricato nel bagagliaio di un’auto e poi dato alle fiamme nel bel mezzo delle campagne di Sant’Anastasia. Domenico Tortora di Acerra e Umberto Egizio di Casalnuovo hanno infatti ammesso le colpe.

Diversa la situazione degli altri due imputati: Salvatore Alfuso e Antonio De Luca, entrambi di Casalnuovo, e che si dichiarano innocenti. La sentenza di secondo grado è prevista per fine mese e riguarda la faida di camorra dell’area a cavallo tra quella acerrana e pomiglianese dei primi anni del 2000. Ci fu un altro omicidio simile, sempre con il corpo dato alle fiamme, di un uomo di Afragola.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE