Vergogna all’ospedale di Nola: non ci sono letti e barelle, malati curati a terra

576

Ammalati a terra, nell’ospedale di Nola per la mancanza di barelle e posti letto: a denunciarlo è il deputato Paolo Russo (Fi), che annuncia un’interrogazione parlamentare. «Dopo la vergogna dell’ospedale di Boscotrecase ora tocca a Nola. Già pronta un’interrogazione parlamentare per denunciare la scandalosa situazione degli ammalati adagiati a terra perché mancano letti e barelle», dice Russo.

«Altro che De Luca commissario alla Sanità – continua – mi interessa che prima di ogni manfrina politica si restituisca dignità ai miei concittadini. Se il Santa Maria della Pietà deve funzionare in questo modo è meglio chiuderlo perché di ospedali così si muore. De Luca aveva promesso che non saremmo mai più stati ultimi, ci ha ridotti all’indigenza».

Russo chiede l’intervento del ministro: «Restituisca il diritto alla salute a un’area che conta 600mila abitanti. Non si scarichi ora la responsabilità sui medici che tentano, pur senza strumenti a disposizione, di difendere la vita delle persone».

Ed in merito al caso denunciato da familiari di pazienti, relativo a gravi disagi riscontrati e alla carenza di barelle all’ospedale di Nola, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto l’apertura immediata di una indagine interna per una puntuale verifica dei fatti e per accertare tutte le responsabilità. È quanto rende noto un comunicato della Regione Campania, diffuso in serata.


SHARE