È morta l’architetto Cesira D’Innocenzo: recuperò la Schola Armaturarum degli Scavi di Pompei

699

E’ morta ieri all’età di 62 anni l’architetto Marina Cesira D’Innocenzo. Il decesso è avvenuto all’ospedale di Teramo dove era ricoverata. Lascia il Marito Danilo Coma e il figlio Ivan. I funerali laici si svolgeranno oggi alla Casa del Mutilato alle ore 17. Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Teramo, si associa al lutto della famiglia per la prematura scomparsa, all’età di 62 anni, di Marina Cesira D’Innocenzo, collega architetto, responsabile del gruppo operativo di Teramo della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per l’Abruzzo.

L’architetto Marina Cesira D’Innocenzo, esperta di beni culturali, già docente a contratto presso l’Università di Camerino, era funzionario presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per l’Abruzzo. Punto di riferimento per il territorio della Provincia di Teramo, aveva svolto importanti incarichi nell’ambito del restauro e della conservazione di beni dell’antichità come, tra gli altri, nel caso del recupero della Schola Armaturarum degli scavi di Pompei per cui era diventata famosa anche in Campania e nell’area vesuviana.


SHARE