Striano “chiusa” per la gara podistica, ma le auto circolano tra gli atleti

44

Mettete che a Striano, un comune di circa 8.500 abitanti, il servizio di polizia locale è garantito allo stato attuale da soli 4 agenti (ne occorrerebbero almeno altrettanti per una copertura adeguata), mettete che da anni giace nel dimenticatoio un piano comunale che dovrebbe razionalizzare e disciplinare una viabilità cittadina che si presenta agli occhi degli utenti congestionata e approssimativa, mettete la pressoché totale assenza di buon senso e coscienza civica di numerosi cittadini che se potessero, parcheggerebbero la loro auto direttamente all’interno degli esercizi pubblici dove si recano, e la frittata del disagio è servita.

E ciò che si è verificato anche stamane nel piccolo comune dell’agro-vesuviano, dove si è svolta la gara podistica di 10 chilometri del Memorial Vincenzo Adamo. Una manifestazione podistica giunta alla sua XIV edizione, un fiore all’occhiello tra gli eventi in calendario ogni anno a Striano e che richiama nella cittadina centinaia di atleti agonisti e non, provenienti  dai club e dalle associazioni sportive di tutta la Campania. Nella circostanza c’è da sottolineare l’impegno di tanti volontari del corpo delle Guardie Ambientali dell’Anpana-Oepa e della protezione civile “La Folgore”, che hanno presidiato i varchi di accesso lungo il percorso predisposto per la corsa. Il tutto al fine di garantire il regolare svolgimento della gara, assicurando l’incolumità dei corridori e degli stessi spettatori partecipanti.

Ma in più di un’occasione si sono viste auto  transitare nelle vie dove era vietato l’accesso, in barba alle transenne ai divieti degli agenti; veicoli che in qualche caso hanno sfiorato, con il rischio di investire, gli stessi atleti.  È evidente, come si è verificato anche in passato, che manchi un coordinamento efficace tra le forze dell’ordine, in palese carenza di organico (le assunzioni di agenti part-time in particolari momenti dell’anno diventano solo un blando palliativo) e gli stessi gruppi di volontari.

Un vigile urbano per turno come può da solo assicurare il corretto servizio viario, in una domenica mattina, con tanta gente concentrata in pieno centro a cui si aggiunge per l’occasione l’ utenza di decine e decine di atleti? Un sentire diffuso, lecito, che dalla strada giungerà nuovamente alla casa comunale. Con l’auspicio di tanti che giunga in tempi brevi un provvedimento ad hoc che consenta di garantire e gestire al meglio un servizio ordinario ed essenziale come quello viario.

gara striano

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE