Poggiomarino, boom di furti all’interno delle vetture: “colpi” anche in garage e aree recintate

46

Escalation di furti e vera e propria emergenza a Poggiomarino, dove da alcuni giorni c’è una forte impennata di veicoli aperti per portare via tutto quanto di valore contenuto all’interno. Naturalmente, gli oggetti maggiormente ricercati sono gli impianti stereo oltre che i navigatori satellitari. Soltanto nella notte tra sabato e domenica, tra l’altro costellata da un vero e proprio nubifragio, sono stati segnalati qualcosa come sei razzie all’interno delle vetture parcheggiate in strada ma addirittura anche da macchine che invece si trovavano in aree recintante e dunque “ben protette”.

Insomma, si tratta quasi certamente di una banda specializzata e che conosce bene dove andare a “ripulire” gli abitacoli degli autoveicoli. Particolare il caso di una vettura che era regolarmente parcheggiata in un’area privata chiusa da un cancello automatico: il fatto è avvenuto in viale Manzoni ed è probabile che i malviventi abbiano avuto accesso sfruttando i binari della vicina linea della Circumvesuviana. Tuttavia, anche nei giorni scorsi si è assistito ai furti notturni, con altre autoradio portate via un po’ in tutte le zone della città poggiomarinese.

In alcuni casi, oltre allo stereo, i ladri una volta aperte le portiere delle automobili, si sono impossessati anche di tablet, macchine fotografiche o di borse che erano state lasciate per la notte all’interno dei veicoli. La particolarità sta inoltre nel fatto che nessuna delle utilitarie forzate è stata rotta né a livello delle portiere che dei vetri. I veicoli, infatti, sono risultati ai proprietari come immacolati, ma una volta entrati all’interno hanno avuto la brutta sorpresa, non trovando più nella macchina quanto invece avevano lasciato.

Insomma, un periodo davvero particolare a Poggiomarino, in cui una simile emergenza non si era mai vissuta. In passato, infatti, erano state affrontate le urgenze a riguardo dei furti di auto, o ancora di quelli nelle case, ma adesso pare esserci una gang che si accontenta delle piccole cose, spesso da poche decine di euro, trovate nelle macchine. Sui fatti indagano intanto le forze dell’ordine, ed è probabile tra le altre cose che ci siano un gran numero di episodi neppure denunciati.

Dunque, i numeri dell’emergenza furti potrebbero essere ancora più importanti rispetto a quanto appare adesso la situazione. Il consiglio, frattanto, è naturalmente quello di non lasciare nulla di incustodito all’interno dei veicoli.

furto autoradio

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE