Le lacrime in aula della figlia 22enne: «Papà ubriaco costringeva mamma al sesso anale»

114

Un padre padrone e violento, un dramma familiare raccontato in aula dalla figlia 22enne della coppia, la prima di tre, che piange a dirotto ricordando scene terribili. «Mio padre beveva sempre e poi voleva costringere mamma a fare sesso». La fissa dell’uomo erano i rapporti anali, secondo quanto raccontato oggi dal quotidiano Roma.

Il racconto della ragazza di Pompei traccia i contorni di una vicenda tristissima che si è consumata più volte in via Mariconda: «Papà era violento anche con i miei fratelli, più volte ho chiamato i carabinieri che ci hanno salvato. Mamma veniva trascinata a terra per i capelli, rompeva cristalliera e bicchieri».

Insomma, una testimonianza durissima quella delle figlia contro Gennaro C., 48enne di Pompei accusato di violenza privata ed ora anche di violenza sessuale. Il processo va avanti e nelle prossime udienze potrebbero essere ascoltati anche gli altri due figli della coppia.

violenza sessuale

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE