Allagamenti a Poggiomarino, l’opposizione a Fornillo: «Sindaco s’incateni davanti alla Regione»

34

A seguito degli ultimi disastrosi eventi legati alle piogge si è svolto martedì sera l’incontro tra esponenti di associazioni locali e dell’amministrazione di Poggiomarino, con il quale si è provato a trovare un fronte comune per spingere la Regione Campania a velocizzare l’iter per la bonifica delle vasche, completare la rete fognaria comunale ed alleviare il problema degli allagamenti.

La riunione nata con l’intento di riunire i poggiomarinesi nell’emergenza e spogliarli delle vesti politiche e delle bandiere che sui tanti argomenti d’interesse pubblico vengono sventolate. Se da una parte tutti mostrano la volontà di sostenere le associazioni dall’altra proprio l’intento di mettere da parte i personalismi e di lavorare in modo bipartisan alla risoluzione del problema, la discussione sull’operato della amministrazione spinge molti a non sostenere nessuna iniziativa in cui l’amministrazione stessa si dovesse schierare al fianco delle associazioni.

Infatti mentre le associazioni chiedono la riapertura del Canale Conte Sarno, la stessa amministrazione fino ad oggi non si era resa disponibile a spingere gli interventi regionali in tal senso. Tuttavia gli esponenti presenti all’incontro tra cui l’assessore Alfonso Troiano e il presidente del consiglio comunale ha mostrato totale disponibilità a portare avanti questa battaglia, e ad attivare immediatamente i nuovi vertici regionali che adesso sono della stessa area politica.

Entro dieci giorni promettono le prime risposte dalla regione. Tutti d’accordo nel voler fare in modo che la questione venga portata alla ribalta nazionale, alcuni presenti tra cui l’ex assessore Antonio Boccia, messo fuori squadra dal sindaco Leo Annunziata, Rossella Vorraro e Giuseppe Orefice già candidati nelle file di partiti d’opposizione, rimarcando l’assenza del Comune rispetto al problema hanno lanciato l’invito al Sindaco ad incatenarsi per protesta insieme agli altri esponenti dei partiti. L’hanno prospettata come unica risposta efficace ai ritardi della Regione.

Interessante proposta del comitato di Via San Marzano: chiedere l’esenzione dall’applicazione degli studi di settore a tutte le attività di Poggiomarino. Il segretario cittadino del Pd, Michele Cangianiello si è detto molto favorevole a sostenere l’iniziativa. L’assemblea si è aggiornata al 23 ottobre per decidere su azioni incisive da intraprendere.

tombino allagam

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE