Somma Vesuviana, si è dimesso il sindaco Piccolo: «Colpa di chi punta alle poltrone»

37

Si è dimesso oggi il sindaco di Somma Vesuviana, Pasquale Piccolo, e lo ha fatto al termine di un lungo tira e molla all’interno della sua maggioranza, che è culminato con l’addio di due assessori e con un crisi di Giunta. Stamattina la decisione del primo cittadino, che adesso avrà 20 giorni di tempo per ritirare le sue dimissioni e provare a ripartire. Ma in una lettere scritta alla popolazione somme, Piccolo parla chiara e dà la colpa del suo gesto “a chi è in circa di poltrone”.

«Mi rivolgo agli uomini e alle donne di Somma Vesuviana, ma soprattutto ai giovani, con i quali ho sempre avuto un rapporto bellissimo, in queste ore mi sono trovato costretto ad assumere decisioni difficili per un unico obiettivo: il vostro benessere ed il vostro futuro. Ho improntato il mio mandato al servizio dei cittadini, dei deboli, dei disabili con un unico punto di riferimento, quello della legalità, della giustizia e della trasparenza e con la passione per la politica e per la gente che ho sempre avuto fin dai tempi del liceo e mai ho ritenuto il mio mandato come semplice e squallido “tirare a campare”», dice.

«Guidare una comunità straordinaria come quella di Somma Vesuviana, in un’epoca complessa come questa, non è cosa semplice; occorre dedizione totale, la possibilità di fare scelte coraggiose, la serenità di essere sempre puliti dentro. Ebbene, poiché mi sono imbattuto in personaggi, a voi già noti, all’interno della mia coalizione politica  che non hanno tenuto nella dovuta considerazione il bene della nostra città; che sono mossi esclusivamente da riprovevoli ambizioni personali e dalla incomprensibile ansia di riprendere a fare politica alla vecchia maniera, a proprio uso e consumo, per il rispetto che è doveroso ne vostri confronti ho ritenuto che il mio progetto politico non potesse più trovare cittadinanza».

E ancora: «So che non è una cosa comune, ma non ho mai ritenuto come prioritario, rispetto alla vostra stima ed amicizia, l’attaccamento alla poltrona di sindaco. Questo periodo di amministrazione è stato comunque bellissimo, tanti sono stati i risultati che abbiamo ottenuto con i consiglieri e gli assessori che mi hanno sostenuto fino a oggi e tanti altri sono in fase di risoluzione. Sono sicuro che mi comprenderete e che condividerete la mia scelta, vi rinnovo il mio impegno», conclude Piccolo.

sindaco piccolo

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE