Opera, la Traviata ed il Nabucco chiudono il Pompei Festival

10

Si è chiusa ieri sera, domenica 20 settembre, tra gli applausi degli astanti, la seconda edizione del Pompei Festival,  al termine di un fine settimana iniziato con la Traviata e conclusosi con il Nabucco, entrambe opere di Giuseppe Verdi presentate, al chiaro di luna, presso la suggestiva cornice del Teatro Grande degli Scavi di Pompei.
Come nella scorsa edizione il cast, composto da professionisti affermati e di fama internazionale, è stato accompagnato dai musicisti dell’Orchestra e del Coro del Pompei Festival, reclutati tutti tra gli artisti della zona vesuviana.
Sul podio del direttore d’orchestra il maestro Alberto Veronesi, mentre tra gli interpreti più acclamati dal pubblico i soprani Natasha Dikanovich, Bing Bing Wang e Tea Purtseladze, che si sono divise il ruolo della cortigiana Violetta, ed il tenore Michael Alfonsi, che ha interpretato Alfredo nella Traviata; ma anche Mauro Budo, che è stato Nabucco nell’opera omonima, Dmitra Theodossiu, che ha magistralmente dato voce ad Abigaille, nonché il basso Alfredo Zanazzo, nei panni del profeta Zaccaria.
Il maestro Veronesi, che della manifestazione è anche direttore artistico, ha promesso una terza edizione della kermesse, da tenersi l’anno prossimo.
La speranza è che si continuino a valorizzare un sito archeologico ed un teatro unici al mondo, che meritano di ospitare manifestazioni di alto profilo, possibilmente radicate nell’altissima tradizione culturale ed artistica del territorio.

unnamed

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE