Megafurto nel cimitero di Pomigliano, tombe devastate e resti umani a vista

36

Loculi distrutti e ossa a vista nel cimitero di Pomigliano d’Arco, dove sconosciuti, la scorsa notte, hanno danneggiato decine di tombe per rubare portafiori e arredi in ottone e rame, metalli che poi vengono rivenuti a peso. Un centinaio circa le tombe semidistrutte dai ladri, che hanno portato via un’ottantina di portafiori in ottone, maniglie in rame ed alluminio da loculi.

Questi ultimi in alcuni casi sono rimasti completamente scoperti, lasciando a vista i resti mortali dei defunti. I ladri si sarebbero introdotti nel cimitero da un cancello sul retro, che affaccia su una strada poco trafficata, e hanno agito indisturbati vista anche la mancanza di un sistema di videosorveglianza. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani ed i carabinieri di Castello di Cisterna, che ora conducono le indagini.

cimitero

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE