Poggiomarino, beccata nuda in strada: foglio di via per una prostituta bulgara

147

Quasi totalmente nuda in strada: si tratta di una prostituta bulgara, di 26 anni, di nome Ilyana Kotseva, su cui pendeva già una denuncia sempre con l’accusa di meretricio da parte della polizia di San Giuseppe Vesuviano. Circa un anno fa, infatti, i poliziotti avevano beccato la prostituta in via Sandro Pertini a Poggiomarino, dove la stessa vendeva pochi minuti di sesso mostrandosi davvero molto scoperta ai passanti nel quadrato tra le città di San Giuseppe Vesuviano, Striano, Palma Campania ed appunto la località poggiomarinese.

A distanza di circa 12 mesi la stessa giovane dell’Europa dell’Est è stata stavolta fermata ed identificata da parte dei carabinieri della stazione locale agli ordini del maresciallo Andrea Manzo. La donna aveva attirato l’attenzione non soltanto perché fosse palesemente una “lucciola”, ma anche per i suoi modi spregiudicati e molto spinti con cui provava ad abbordare clienti e guadagnare qualche decina di euro per pochi instanti di prestazione. Quando è stata bloccata dalle forze dell’ordine, la donna ha provato a nascondere la sua identità a cui poi i militari dell’Arma sono giunti riconoscendola nella “squillo” già segnalata precedentemente dalla polizia, che aveva inviato un fonogramma ai carabinieri di Poggiomarino, Striano e San Giuseppe Vesuviano.

Insomma, tanto è bastato per prendere provvedimenti contro la meretrice, che a questo punto è stata espulsa dal territorio di Poggiomarino: il classico foglio di via, della durata di un anno. Insomma, se la “lucciola” si farà trovare ancora sul territorio della cittadina vesuviana rischierebbe l’arresto o altre misure detentive alternative. E non sarà necessario che sia fermata mentre si “espone”, bensì sarà sufficiente anche coglierla soltanto in giro per la località poggiomarinese. In questo caso la Kotseva non stava praticando la sua attività in via Sandro Pertini, bensì nella “nuova” collocazione di tante prostitute dell’area, in via Passanti Flocco, proprio davanti allo storico portone di Boccapianola, dunque al confine con Boscoreale. La giovane era in compagnia di un’altra ragazza, sempre bulgara che è stata denunciata ma per cui non è scattato il foglio di via.

Nel caso precedente, invece, la 26enne fu fermata insieme ad un’altra connazionale che tuttavia si trova attualmente in Bulgaria dove ha scelto di tornare per abbandonare il “mestiere più vecchio del mondo”. Continua, insomma, l’azione dei carabinieri di Poggiomarino contro il fenomeno della prostituzione. Nell’ultimo anno e mezzo sono state tantissime le denunce e le multe elevate alle “squillo” ed ai loro clienti. Quest’ultimi provvedimenti sono anche frutto dell’ordinanza del sindaco Leo Annunziata che proibì agli automobilisti di arrestare la marcia nei pressi delle “lucciole” in via Pertini.

prostituta

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE