Lapidi distrutte e rame rubato, raid al cimitero di Sant’Anastasia: ladri eludono le telecamere

23

Ancora una volta ad opera di – per ora – ignoti sono stati prodotti seri danni al cimitero con rottura di lapidi e furto di oggetti in rame e bronzo. Ciò, nonostante la presenza dell’impianto di telecamere interno al cimitero, che questa volta ha funzionato.

Sembra che gli autori della razzia siano andati al cimitero muniti di appositi paletti o li abbiano reperiti sul posto, per mutare l’orientamento delle telecamere di quel tanto che bastasse ad evitare di essere ripresi. Ma potrebbero non essere riusciti pienamente nell’intento. I video sono in mano ai carabinieri.

«È deplorevole quello che è successo ancora una volta al nostro cimitero. Noi siamo riusciti ad ottenere la scorsa volta il ripristino delle telecamere interne al cimitero che ci risulta abbiano funzionato. I filmati sono al vaglio delle forze dell’ordine e speriamo che si riescano ad individuare i colpevoli. Lunedì – dice il sindaco Abete – faremo una riunione con la polizia municipale e i carabinieri per fare il punto della situazione. Comunque non appena approveremo il bilancio metteremo le telecamere all’esterno del cimitero. È nostro impegno fare il possibile per tutelare i beni pubblici e gli interessi della cittadinanza».

raid cimitero

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE