La denuncia di un tassista: «Ho accompagnato un terrorista a Pompei», scattano le indagini

30

Ha prelevato quell’uomo mediorientale all’aeroporto di Capodichino e poi si è fatto accompagnare a Pompei, in una zona senza abitazioni e dove per passare è stato attraversato il fiume Sarno. Protagonista è un tassista napoletano che è convinto di avere portato un terrorista all’interno della sua auto. L’uomo avrebbe riconosciuto il ricercato da alcune foto passate in televisione qualche giorno dopo.

I servizi segreti italiani sono già al lavoro sul caso, come riporta l’edizione odierna de Il Giornale. Il tassista, infatti, subito dopo avere visto le immagini ha immediatamente avvisato un amico carabiniere: da lui è subito scattato l’allarme e sono stati avvisati i servizi che stanno indagando sul caso di Pompei.

La città mariana, inoltre, è uno degli obiettivi sensibili: Pompei, infatti, ospita il Santuario ed è chiaro che Isis e fondamentalisti puntano inevitabilmente ai grandi luoghi di culto cristiano-cattolici.

Taxi

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE