Giovane sommese ferito nell’agguato di camorra a Napoli: «Sono vivo per miracolo»

28

È sotto choc il 26enne Fabio Sorrentino, il giovane che nella notte tra giovedì e venerdì è rimasto ferito in un raid di camorra a Napoli in cui è morto un giovane affiliato di un clan locale. Il ragazzo di Somma Vesuviana è stato colpito per sbaglio da una pallottola vagante ed ora si trova ricoverato all’ospedale Loreto Mare.

Ad ascoltare il giovane è stato il quotidiano “Roma”: «Sono vivo per miracolo», ha riferito la vittima al fratello ed agli altri parenti ed amici arrivati al suo capezzale. Sorrentino era stato invitato da alcuni amici in una discoteca della zona, dove stava arrivando a piedi dopo avere parcheggiato. Poi è scattato l’agguato con un proiettile che gli è finito in un gluteo.

Si tratta di una ferita molto profonda, per cui i sanitari del nosocomio partenopeo non hanno ancora operato la vittima. Si attende infatti che la zona colpita si sgonfi: un errore potrebbe pregiudicare funzionalità del nervo sciatico.

agguato

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE