Striano, sindaco e Giunta si tagliano lo stipendio: fondi destinati alle Politiche sociali

7

 

Il primo cittadino e l’intera Giunta si tagliano parte dello stipendio, che finisce per rimpolpare il delicato, sempre anemico ed insufficiente fondo comunale per le Politiche sociali. Soldi, dunque, da destinare ai più deboli, così come alle associazioni territoriali che si occupano delle fasce di popolazione in maggiore difficoltà, ed ancora contanti che possono fare comodo, almeno una tantum, a coloro che sopravvivono in uno stato di fortissima indigenza economica.

L’iniziativa arriva dal Comune di Striano, non nuovo in verità ad azioni del genere. Già lo scorso anno, infatti, il sindaco Aristide Rendina ed i suoi assessori “sforbiciarono” una cifra dallo stipendio di amministratori pubblici al fine di renderlo disponibile per chi realmente ne avesse bisogno. E nei giorni scorsi è arrivato il nuovo intervento, reso ufficiale attraverso un documento. Una rinuncia parziale alle indennità siglata dalla fascia tricolore stessa, dal suo vice, Elisa Eleonora Boccia, dagli assessori Santolo Sorvillo, Rosa Rega e Severino Rendina a cui si aggiunge anche la firma del presidente del consiglio comunale, Giuseppe Maccarone.

Si tratta in totale di oltre 4.100 euro che potranno così essere utilizzati dalla stessa delegata alle Politiche sociali, Rosa Rega, che già in passato si era resa protagonista di interventi destinati ad individui in forte difficoltà economica, naturalmente programmando le iniziative insieme al sindaco Rendina. Le risorse messa da parte, in tal senso, corrispondono ad una delle dodici mensilità dell’anno 2015 a cui la maggioranza quasi tutta ha rinunciato.

Non è detto, come accaduto in passato, che nei prossimi periodi sindaco ed assessori possano ulteriormente decidere di tagliarsi i compensi per limitare la carenza in uno dei settori più importanti del bilancio.

striano

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE