Candidati vesuviani, boom di Casillo e Mocerino: tracollo in volata per Vastola e De Vita

30

 

I risultati non sono ancora definitivi, ma ormai Mario Casillo è consigliere regionale riconfermandosi dopo il mandato in via di conclusione. Quando mancano ancora 5 Comuni alla chiusura, il politico di Boscoreale ha già ampiamente superato i 20mila voti ed è il più votato del Pd. Insomma, Casillo ha dalla sua i numeri anche per un assessorato.

Vicinissimo alla riconferma pure Carmine Mocerino, nonostante la sconfitta di Caldoro. L’esponente della lista collegata all’ormai ex governatore è intorno alle 10mila preferenze. Seguono, con lo stesso simbolo, il nolano-sangennarese Antonio Tufano ed il presidente del consiglio comunale di San Giuseppe Vesuviano, Nello De Lorenzo. Ma sono voti che non saranno sufficienti.

Debacle finale per l’ex sindaco di Poggiomarino, Vincenzo Vastola, che in mattinata sembrava poter correre per le prime posizioni. Invece, è adesso lontanissimo a meno di 3mila preferenze. Noi Sud e la sommese Annamaria De Vita hanno fatto lo stesso percorso: bene nelle prime ore di spoglio, poi la caduta a 3.400 voti.

A sinistra sperano ancora i due palmesi che si stanno battendo nelle liste minori Centro Democratico e Psi, dove possono essere sufficienti meno di tremila voti per essere eletti grazie al successo di De Luca. L’ex primo cittadino palmese Nicola Montanino lotta punto a punto per arrivare secondo in lista. Stesso discorso per Enzo Peluso, ma un po’ più indietro, però, del concittadino.

Il candidato governatore del MoVimento 5 Stelle, la pomiglianese Valeria Ciarambino, è già consigliere regionale grazie alle oltre 23mila preferenze raccolte. Antonio Agostino Ambrosio, ex sindaco di San Giuseppe, ha raccolto quasi 8mila voti che sono destinati a crescere, ma per Forza Italia e con Caldoro sconfitto non possono bastare.

casillo mocerino

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE