Arsenale della camorra nella cantina di un 30enne insospettabile: terrore faida

9

Nascondeva in casa pistole, munizioni, ma anche droga e biciclette di dubbia provenienza. In manette, a Scafati, il commerciante trentenne Luigi Borrelli: un insospettabile che nascondeva quindi l’arsenale, a dire degli investigatori, della camorra boschese.

I finanzieri della locale Compagnia hanno eseguito delle perquisizioni su disposizione della procura di Nocera Inferiore. All’interno di una cantina, nascoste tra pezzi di ricambi di auto e bici, sono state rinvenute quattro pistole detenute clandestinamente, due delle quali prodotte in Repubblica Ceca e con matricola abrasa. Le altre due erano di produzione statunitense, marca “Smith & Wesson”.

Sequestrate anche 500 cartucce di diverso calibro. Al trentenne è stato contestato il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, in seguito al ritrovamento di alcuni pallini di cocaina, occultati all’interno della moka per il caffè. Droga scoperta grazie al fiuto di Ramis, un pastore tedesco a disposizione delle Fiamme Gialle.

Il giovane è anche accusato di ricettazione poiché custodiva dieci biciclette nuove senza alcun documento che ne giustificasse il regolare acquisto. Le bici, di varie marche e alcune dotate di sistema elettronico di pedalata, hanno un valore commerciale di circa 10mila euro.

arsenale armi

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE