Campo inagibile e nel degrado, partita di beneficenza per salvarlo

26

Campo sportivo inutilizzato, inagibile da due anni, e attualmente senza un gestore. Una struttura fatiscente, che ora andrebbe messa completamente a nuovo, a causa dell’incuria della società che in precedenza doveva occuparsene, ma non ha portato a termine i patti col Comune di Boscotrecase. I consiglieri comunali di opposizione hanno deciso di organizzare una partita di calcio nel campo sportivo, con lo scopo di sollecitare i gruppi di maggioranza a indire un bando e darlo in gestione ad un’altra società. L’evento si è tenuto questa mattina.

La questione del campo sportivo risale al 2010, quando l’allora assessore allo Sport Vincenzo Di Sarno decise di darlo in gestione alla società sportiva Asd Atletico, con il patto che questa, anziché pagare l’affitto mensile al Comune, avrebbe eseguito i lavori di manutenzione nel giro di 60 giorni. Per mettere a nuovo il campetto, alla società sarebbero serviti più di 70mila euro, da ottenere grazie ad una fidejussione bancaria. Il patto prevedeva che l’Asd avrebbe pagato le bollette dell’acqua, della luce e del gas, intestando a sé ogni contratto di utenza. Il Comune dava quindi carta bianca alla società, che dal 2010 non ha rispettato i patti, fino a che l’amministrazione del sindaco Agnese Borrelli non ha deciso di rescindere il contratto e ricorrere anche alle vie legali per i danni arrecati.

Dal 2010 ad oggi ad occuparsi del campo sportivo è Vincenzo Di Sarno, prima nelle vesti di assessore allo Sport e poi in quelle di consigliere comunale con delega al campo sportivo. Il Comune di Boscotrecase accusa la società Asd Atletico di aver tratto unicamente profitti dalla gestione del campo. In ogni caso la struttura sportiva al momento resta senza gestione, ma grazie a una delibera di giunta, probabilmente il prossimo contratto di gestione durerà 10 anni.

campo bosco3

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE