Statale 268, tir manomessi per non consentire soste obbligatorie ai camionisti: due denunce

3

Cronotachigrafo alterato, denunciate due persone. È successo sulla statale 268, in località rientrante nel Comune di San Giuseppe Vesuviano, dove gli agenti della sezione di polizia stradale di Napoli, diretti dal I dirigente Maurizio Casamassima – nel quadro di servizi compartimentali di vigilanza stradale e controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati, nonché all’attività mirata al contrasto dell’illegalità nel settore dell’autotrasporto – hanno proceduto al sequestro di un tir per le gravi anomalie riscontrate alle apparecchiature cronotachigrafo.

Gli agenti, insospettiti dai riscontri elettronici sull’attività di guida del conducente hanno rilevato dalle registrazioni digitali diverse irregolarità, appurando che tali difformità erano generate dall’applicazione di un telecomando in grado di modificare il funzionamento del cronotachigrafo. Si tratta di un simulatore di velocità cablato sull’impianto di trasmissione di impulsi. Il congegno è stato rimosso, mentre il tir è stato sottoposto a sequestro. Denunciati il conducente dell’autocarro e il titolare della ditta di trasporto, già sanzionato in passato per alterazioni sui mezzi.

A seguito di un’ispezione alla ditta, è stato trovato un altro tir con a bordo un simile congegno contraffatto. I controlli sono stati effettuati con il “police controller”, un software installato su un computer portatile in dotazione agli Uffici della polizia stradale, in grado di estrapolare i dati contenuti nel cronotachigrafo fino a 28 giorni precedenti.

tir s.gius 268

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp
CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE