Il Vesuvio, la paura, la lotta tra il bene ed il male. L’amministrazione Capasso presenta “Le strade del Veseri”

11

Il progetto “Le strade del Veseri”, presentato oggi dall’amministrazione del Comune di Ottaviano, realizza un importante connubio artistico, religioso e gastronomico, che si realizzerà tra l’8 Dicembre 2013 e il 6 Gennaio 2014.

Lo spessore culturale dell’evento ha consentito la fruizione, con l’appoggio della Regione Campania e per un totale di 250.000 euro, dei fondi POR europei, per i quali erano in lista anche le città di Napoli ed Avellino. Come sottolineato dal Sindaco Capasso, dall’assessore Perna e dal Presidente del Consiglio Comunale Simonetti, l’idea di abbinare l’abbattimento delle barriere architettoniche, in sette Chiese locali, con la suggestività delle Luminarie natalizie, può concretizzare, per Ottaviano, il passaggio da “vocazione al turismo” a “Comune turistico”.

L’evento propone, infatti, il finanziamento, per un totale di 143.000 euro, di opere di riqualificazione delle Chiese Locali. Queste ultime verranno illuminate con un imponente percorso di luce, del costo di 40.000 euro, che terminerà presso il Castello Mediceo, luogo dove si concluderà l’evento. Il percorso sarà abbellito da Stand di specialità gastronomiche locali, nonché da mostre riproducenti i mestieri di un tempo.

Il Filo rosso che lega le diverse sfaccettature del progetto, come affermato dal Direttore Scientifico dell’Università di Stoccolma, Mathias Vogt, è  la riscoperta dei luoghi alle pendici del Vesuvio (da qui il termine Veseri- antica località alle falde del Vesuvio, dove si verificò una cruenta battaglia dell’esercito romano n.d.r.) che, osservati sotto una nuova “luce”, segnano la vittoria del bene sul male, sull’esempio del patrono di Ottaviano, San Michele. L’organizzazione di questa manifestazione, a pochi mesi dall’insediamento della Giunta Capasso, rende speranzosi quanti vorrebbero una rinascita culturale di Ottaviano.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE




SHARE