Scoperta vasta coltivazione di cannabis, in manette un 43enne incensurato

6

Un grande “raccolto” di cannabis quello scoperto dai carabinieri di Boscoreale e che ha portato all’arresto di un uomo presso contrada Cangiani. A finire in manette Domenico Luciano, 43enne residente a Torre Annunziata ma che svolgeva i propri “affari” tra le aree di campagna di Boscoreale. Ad intervenire i carabinieri della stazione locale che durante il normale servizio di perlustrazione sul territorio sono venuti a capo della coltivazione di droga.

I militari, infatti, dopo aver appurato che nel terreno dell’uomo c’erano delle piante di cannabis, hanno anche provveduto ad una perquisizione all’interno del casolare attiguo al campo. Tra aperta campagna e locali sono state rinvenute e sequestrate 38 piante di cannabis indica che avevano già raggiunto l’altezza media di circa due metri per un peso lordo complessivo pari a circa 60 chilogrammi.

Tanto è bastato per fare scattare le manette intorno ai polsi di Luciano, incensurato e dunque insospettabile fino al momento dell’irruzione degli uomini in divisa nel terreno da lui utilizzato. Ora il 43enne è rinchiuso nel carcere di Poggioreale con l’accusa di coltivazione di cannabis ed è in attesa di processo che si svolgerà nei prossimi giorni con rito per direttissima.

cannabis cangiani