Rifiuti selvaggi nell’area protetta: arrivano le telecamere

7

Presto ci sarà un sistema di videosorveglianza per vigilare sugli sversamenti abusivi di rifiuti in pieno Parco del Vesuvio. Il Comune di Terzigno, infatti, ha affidato il compito alla Sogesid spa, azienda specializzata nel settore ambientale, di installare un impianto di telecamere che permetterà di cogliere sul fatto chi getta rifiuti speciali nel verde dell’area protetta o in alcuni spazi particolarmente sensibili del territorio.

L’importo posto a base di gara per l’affidamento della progettazione esecutiva, per le attività connesse ed i lavori è complessivamente pari a poco più di 920mila euro, di cui 898 soggetti a ribasso d’asta, mentre la parte restante – circa 22mila euro – da affidare per gli oneri di sicurezza e dunque non soggetti per legge ad alcun ribasso.

Una vera e propria svolta, dunque, quella di Terzigno che sarà il Comune capofila del Vesuviano per quanto riguarda il “grande fratello” degli sversamenti illeciti di immondizia. Un provvedimento richiesto da tantissimi cittadini di ogni cittadina dell’area che spesso si trovano a fronteggiare in strada vere e proprie discariche a cielo aperto.

videosorveglianza rifiuti