L’Antiquarium di Boscoreale escluso dalla Sovrintendenza speciale, scatta la petizione

11

Parte una raccolta firme per chiedere al ministro Bray di includere nel “Grande Progetto “Pompei anche gli Scavi di Oplonti e l’Antiquarium di Boscoreale. La riforma del Governo, in tal senso, prevede infatti la nascita di una nuova Soprintendenza Speciale che include solo Pompei, Ercolano e Stabia e con lo scopo di “salvare” il sito archeologico della città mariana.

La petizione, lanciata dall’associazione boschese “Agorà”, punta ad arrivare direttamente al ministro Bray. «Il nostro territorio è costellato di numerose ville e fattorie dissepolte o ancora sepolte – afferma Bruno Cammarota di “Agorà” – abbiamo deciso di lanciare questa raccolta firme per sensibilizzare la cittadinanza al problema e per chiedere al ministro di inserire nel Grande Progetto Pompei anche i nostri siti storici».

La raccolta firme parte domani dalle 19,30 alle 22,00 presso la sede del Movimento socioculturale “Agorà”, in via Giovanni della Rocca 244, e continuerà tutte le sere fin quando i promotori non avranno un numero sufficiente di sottoscrizioni da inviare sulla scrivania di Bray.

protesta scavi boscor