Ferragosto nel Vesuviano tra storia, festa, sagre e sapori

13

Mentre le città si svuotano per raggiungere le mete di mare, non mancano le iniziative per intrattenere la gente del Vesuviano che invece resta a casa. Piccole e grandi idee per non lasciare nessuno da solo. Un calendario che in qualche misura vede piccoli e grandi appuntamenti sparsi un po’ in tutta la fascia alle falde del vulcano.

Il “pienone”, naturalmente, è atteso a Pompei dove gli Scavi restano aperti per tutta la giornata. Anche a Boscoreale l’Antiquarium sarà accessibile, così come il cono del Vesuvio raggiungibile da Ottaviano e Terzigno. Altrove, invece, si punta principalmente su feste, sagre e sapori locali. Come ad esempio a Sant’Anastasia con la classica “cocomerata” in piazza, o a Striano dove si conclude la sagra del pomodoro San Marzano.

A Poggiomarino, invece, parte la “tre giorni” dedicata alla Madonna dell’Assunta in via Sambuci. In altre località come Trecase, Boscotrecase e Somma Vesuviana sono invece i locali a farla da padrone, promuovendo iniziative per chi a Ferragosto non raggiunge le mete balneari.

ferragosto vesuvio

 

 

 


SHARE