Il fiume Sarno provoca tumori e gravi infezioni: rivolta dei “grillini”

8

Interrogazione in Parlamento sullo stato di inquinamento del fiume Sarno. A sollevare l’annosa questione, nemmeno a dirlo, il MoVimento 5 Stelle che ha nelle mani dati allarmanti a riguardo dello stato di avvelenamento delle acque e delle gravi conseguenze fisiche che porterebbe alla popolazione della Campania ed ai tanti territori dell’Agro-Vesuviano attraversati dal Sarno.

«Dalle analisi delle acque – dicono i “grillini” – è stato rilevato che la presenza contemporanea di microrganismi di origine fecale e metalli pesanti in concentrazione superiore a quanto stabilito dalla legge, determina l’aumento vertiginoso di infezioni che colpiscono non solo la fauna e la flora locale, ma in particolare l’uomo causando febbre tifoide, diarrea infettiva, epatite di tipo A e nel peggiore dei casi persino tumori maligni».

Ma non è tutto poiché gli esponenti del M5S mettono anche il dito nella piaga a proposito dello scenario sociale: «Crediamo sia inevitabile una grave svalutazione del paesaggio storico-artistico che gira attorno al fiume Sarno, che non giova né ai cittadini, né alla Regione Campania e né alla grande quantità di turisti che giornalmente popolano e visitano quella che potrebbe considerarsi la parte più ricca di storia e cultura del nostro Belpaese».

fiume sarno