Guerra ai liquami, l’alveo Penniniello collegato al depuratore stabiese

17

Intercettata nel piccolo Comune a pochi dal Vesuvio grossa parte dell’alveo Penniniello che sversava liquami provenienti da Boscoreale e Torre Annunziata. Il “carico” di fanghi potenzialmente nocivi, infatti, da qualche giorno viene portato direttamente al depuratore di Castellammare di Stabia riducendo gli agenti inquinanti sulla costa vesuviana e nei territori di via Panoramica.

Un intervento importante, insomma, dal punto di vista del ripristino ambientale dall’area e non soltanto per quanto riguarda lo scolo in mare che coinvolge invece i Comuni costieri. Tra Trecase, Boscotrecase e anche in piccola parte Boscoreale, infatti, spesso i liquami dell’alveo Penniniello fuoriuscivano tra le strade generando olezzi insopportabili e conseguenti proteste.

Sull’azione si è espresso il comitato civico “Faro del Sarno” che spiega: «Nel giro di pochi mesi si potrebbe attivare il nuovo depuratore a foce Sarno, intercettare gli scarichi provenienti da Gragnano e da parte dei monti lattari, collegare ai depuratori del medio Sarno a città importanti come San Giuseppe Vesuviano, Terzigno e larga parte di Poggiomarino e Striano».

Alveo penniniello


SHARE