Fallimento EavBus, i lavoratori bloccano la Napoli-Salerno

3

Mezzi pesanti messi di traverso per bloccare ingresso e uscita dell’autostrada Napoli-Salerno. È la protesta dei lavoratori Eavbus, società dichiarata fallita della holding di trasporti della Regione Campania “Eav” e che controlla anche la Circumvesuviana, per la vendita della quale nei giorni scorsi è stata annullata la gara, perché il curatore fallimentare ha giudicato irricevibili le tre offerte pervenute.

I lavoratori manifestano in via Galileo Ferraris, a Napoli, contro l’incertezza sui livelli occupazionali futuri e le mancate retribuzioni, nonché contro la privatizzazione della società. Il 30 luglio il servizio, sinora gestito direttamente dalla holding in un regime provvisorio, potrebbe subire una brusca interruzione. L’ingresso dell’autostrada, ma anche l’uscita, sono completamente bloccate. Oltre ai mezzi messi di trasverso, sulla carreggiata stazionano due gruppi di dipendenti Eav, circa una sessantina. Sul posto la polizia.

Gravi le ripercussioni per il traffico cittadino e sull’arteria autostradale. Oltre due ore di caos e tensione che soltanto pochi minuti ha visto la rimozione dei blocchi. Con la mediazione della Polizia, una delegazione dei dipendenti della società fallita sarà ricevuta a breve dal prefetto di Napoli, Francesco Antonio Musolino. Intanto, i dipendenti dell’azienda di trasporti stanno marciando a piedi a Napoli verso piazza del Plebiscito per raggiungere il palazzo della prefettura.

eav