Cattolici in Movimento, convegno: “Sussidiarietà e territorio: il ruolo dell’associazionismo di ispirazione cattolica”

1

La grave crisi economica che in questi anni ha depauperato e svilito il tessuto sociale del Paese non ha comunque esaurito l’impegno e lo slancio di associazioni e cittadini responsabili che sovente si sono rivelati e continuano a rivelarsi portatori, oltre che di domande e problemi, anche di proposte, soluzioni e interventi capaci di garantire in maniera determinante la coesione delle comunità di appartenenza.

In tal solco, sono numerose le realtà sociali fondate sulla libera volontà di aggregazione e sull’istanza altruistica tipica dei laici fedeli che, adoperandosi ovunque per fronteggiare i vecchi e nuovi bisogni della collettività, determinano un circuito di reciproco rafforzamento tra formazioni private e organi istituzionali nel perseguimento dell’interesse generale.

Se ne parlerà nel convegno dal titolo: “Sussidiarietà e territorio: il ruolo dell’associazionismo di ispirazione cattolica” che si terrà alle ore 17:30 del prossimo 19 luglio presso la Sala dei Medaglioni del Palazzo Vescovile di Nola in provincia di Napoli, che l’Associazione “Cattolici in Movimento” ha organizzato per proporre una lettura in chiave attuale del messaggio promosso dalla Lettera pastorale “Farsi prossimo” del Card. Carlo Maria Martini che nel 1985 individuava la missione sociale dei credenti nell’unire l’intelligenza della Fede all’intelligenza della realtà.

Aperto dall’intervento di Don Arcangelo Iovino direttore della Caritas Diocesana di Nola, cui seguirà la relazione del delegato dei Cattolici in Movimento per la provincia di Napoli Pasquale Raimo, il dibattito sarà coordinato dal giornalista vaticanista Carmine Alboretti e vedrà gli interventi del segretario generale di Retinopera (aggregazione delle maggiori realtà associative del laicato ecclesiale italiano) Vincenzo Conso, del docente universitario di sociologia della disabilità e della marginalità Ciro Pizzo e del presidente dei Cattolici in Movimento Luigi Cerciello.

duomo


SHARE