Allagamenti, Annunziata contento a metà. Intanto è scontro Pd – Pdl

3

Fa ancora discutere il summit tenutosi a Poggiomarino sugli allagamenti, lo svuotamento delle vasche Pianillo e Fornillo e il completamento del sistema fognario. Se da un lato le parole dei tecnici di Arcadis (l’agenzia chiamata a ultimare le opere) hanno rassicurato gli amministratori comunali presenti (oltre a Poggiomarino anche Striano, Terzigno e San Giuseppe Vesuviano) sulla fattibilità degli interventi, dall’altro lato i tempi lunghi lasciano perplessi.

Giuseppe Annunziata, vicesindaco di Poggiomarino, lo spiega chiaramente: «Da mesi chiediamo il rifacimento del manto stradale di via 24 maggio e l’impianto fognario di via Fontanelle e ci viene risposto sempre che ci sono problemi con le ditte. Noi abbiamo fiducia, ma siamo anche molto preoccupati. Ribadisco la soddisfazione per il dialogo e la disponibilità al confronto, ma esprime anche grosse perplessità per il futuro». In campo anche i partiti. «Arcadis ha giustificato il ritardo a causa dell’assenza dei un’autorizzazione provinciale che permetterebbe all’ente di operare su via Ceraso, tra gli snodi principali dei lavori in corso. L’ente ha comunque promesso novità entro il 30 Luglio. Il Pd intende rispettare il lavoro della Regione e dell’Ente competente ed attenderà con impazienza questo ulteriore termine richiesto. In caso di assoluta ed ulteriore mancanza di risposte da Regione ed Arcadis, il circolo locale del Partito Democratico manifesta, già da ora, espressa intenzione di accostarsi ai comitati cittadini ed alle associazioni locali per dare atto ad una “fastidiosa” protesta di massa con tutti i mezzi che si riterranno necessari», dice il segretario cittadino dei democratici, Michele Cangianiello.

Risposta, indiretta, di Francesco Parisi del Pdl: «La Giovane Italia ed il Pdl s’ impegnano ad organizzare, unitamente alle segreterie politiche Pdl dei Comuni interessati, un tavolo tecnico politico con l’obiettivo di superare le difficoltà emerse nell’incontro. Anni di negligenze e di totale assenza da parte dei governi regionali che si sono succeduti, non possono ricadere su un governo in carica da solo tre anni, che sta dimostrando, attraverso azioni concrete, di avere a cuore la problematica. Strumentalizzazioni di parte non caratterizzano il nostro modo di agire, siamo e saremo sempre al fianco delle associazioni e dei cittadini di Poggiomarino che lottano per un paese normale».

giuseppe annunziata


SHARE