“Un gol per la ricerca”, raccolti quasi 1700 euro nel ricordo di Armando ed Umberto

4

934606_550509284991542_2129650940_n[1]

 

Nonostante il maltempo e le temperature non proprio estive di venerdì scorso, non è mancato il pubblico delle grandi occasioni allo stadio “Europa” di Poggiomarino, in occasione della manifestazione sportiva  “Un gol per la ricerca”, partita di beneficenza organizzata in collaborazione con l’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro). L’evento è stato occasione per celebrare il ricordo di Armando Zero ed Umberto Troiano, due giovani sotto i trent’anni recentemente scomparsi a causa di questa patologia.
In campo si sono affrontati la Juve Poggiomarino, che quest’anno ha chiuso con un buon quinto posto nel girone B del campionato di Promozione, e il Team AIRC composto, tra gli altri, dai calciatori Vastola, Mileto, Favetta e Guarino, militanti in serie B, e i poggiomarinesi Giuseppe Perrino e Sabatino Catalano, impegnati in serie D. In campo anche Sasà Soviero, ex portiere di Reggina, Genoa, Venezia e Salernitana.
Tra gli ospiti in tribuna ex calciatori del Calcio Napoli quali Abbondanza, Bruscolotti e Carannante, l’opinionista sportivo di fede bianconera Idris, ed il fratello del pibe de oro Hugo Maradona. Il commento della gara, conclusasi 5 a 2 a favore della Juve Poggiomarino, è stato affidato al giornalista napoletano Nello Odierna.
Il consigliere comunale Alfonso Troiano, fratello di Umberto, ha tenuto a «ringraziare a nome mio e della mia famiglia quanti hanno partecipato, contribuito e ricordato mio fratello Umberto e Armando. In particolare, l’Amministrazione Comunale e il Consigliere Daniele Avino che ha ideato e contribuito ad organizzare l’evento, la sez. AIRC di Poggiomarino nella persona della signora Maraolo, la Juve Poggiomarino, Franco Corcione, tutti i calciatori, soprattutto quelli venuti da fuori regione, e gli ospiti intervenuti. L’affetto, la generosità e la solidarietà dei nostri compaesani mi hanno commosso. La grande partecipazione e la sensibilità dimostrata fanno comprendere quanto questo problema sia sentito e, purtroppo, presente all’interno della nostra comunità. Perciò, l’augurio è che l’anno prossimo si possa organizzare un altro evento simile, se possibile migliorandolo, sempre nel ricordo di Umberto ed Armando ed a favore della ricerca affinché con il nostro piccolo contributo si possa realizzare il sogno di tanti: sconfiggere questo maledetto male».
Altro obiettivo della manifestazione era infatti la raccolta di fondi per aiutare la ricerca, ed i poggiomarinesi non si sono sottratti, dimostrando ancora una volta la loro generosità non solo tramite la partecipazione, ma anche donando 1659.5 euro, che saranno devoluti completamente a favore dell’AIRC.
Molto sentito anche l’intervento di Lisa Zero, sorella di Armando, che ha commentato: «La speranza è quella di poter coinvolgere anno per anno sempre più persone, per far si che nel ricordo si possa aiutare e sensibilizzare la ricerca contro questa malattia; il nostro impegno sarà quello di riproporre ed organizzare questo Memorial ogni anno ‘magari arricchendolo di attività ed iniziative in modo di coinvolgere sempre più persone… Per non dimenticare mai! Ringrazio di cuore tutti ed in particolare Daniele Avino, il comune di Poggiomarino e il presidente della Juve Poggiomarino».

 

 


SHARE