Pinto nomina la nuova giunta

0

Rotti gli indugi. Il rieletto sindaco di Pollena, Francesco Pinto, durante il primo consiglio comunale, svoltosi ieri, ha nominato i membri della nuova giunta.

L’incontro si è aperto, come da prassi,  con la convalida degli eletti e la votazione del Presidente del Consiglio, carica che, per la prima volta nella storia della cittadina, è andata ad una donna, Anna Maione, che ha raccolto 13 preferenze.

Il sindaco  ha poi proceduto a rendere noti i nomi degli assessori che lo affiancheranno, nella sua seconda legislatura. Più dettagliatamente: a Salvatore Auriemma sono andate le deleghe ai Lavori pubblici, Manutenzioni e Patrimonio; al medico è stato affidato anche l’incarico di vicesindaco. Pasquale Busiello è stato invece delegato all’Urbanistica, alle Attività produttive, all’Edilizia pubblica e privata. Da ieri Vincenzo Filosa è il nuovo assessore all’Ambiente, alla Manutenzione e riqualificazione del verde pubblico e ai Servizi Cimiteriali; Pasquale Fiorillo ha invece ottenuto le deleghe alle Politiche sociali, alle Politiche giovanili e al Personale. Quote rosa rispettate: tra le quattro donne elette è stata Margherita Romano ad ottenere l’assessorato; si occuperà di Pari opportunità, Pubblica istruzione e Cultura.

“Scelte sofferte”, le ha definite il sindaco, viste le individualità e le competenze dei singoli che li rendevano tutti meritevoli di ricoprire l’incarico di assessore.

«Ho lavorato alla giunta tenendo conto della necessità di assicurare un po’ di continuità amministrativa, ma nello stesso tempo a determinare le mie scelte sono state anche le esigenze di garantire la presenza femminile, quella dei giovani ed elementi di novità», ha spiegato il primo cittadino. “Credo di essere giunto ad una buona sintesi per conseguire l’attuazione del programma elettorale e corrispondere alle esigenze dei cittadini che con così largo consenso hanno approvato la nostra proposta elettorale – continua. Ho molto apprezzato il clima di serenità nel quale si è svolto il primo consiglio comunale e in particolare la disponibilità dimostrata dalla minoranza a svolgere il proprio ruolo in modo costruttivo: i consiglieri di opposizione hanno manifestato la volontà di collaborare sulle scelte importanti che bisogna assumere per il bene del paese e da parte mia ci sarà la più ampia disponibilità a coinvolgerli».

giuramento sindaco


SHARE