Italia delle Idee: “La crisi dei trasporti pubblici è crisi di civiltà e cultura”

1

“L’inefficienza dei trasporti, i continui tagli e la gestione sempre più incerta contribuiscono a rendere difficile, se non impossibile, il rilancio del territorio dal punto di vista turistico e culturale. Le istituzioni dovrebbero riflettere su questo aspetto e invertire la rotta: passare dalla mortificazione alla valorizzazione del trasporto pubblico locale, perché esso rappresenta un elemento essenziale per favorire lo sviluppo del territorio. Come si può pensare di fornire servizi carenti e allo stesso tempo attrarre turisti?”.

Lo dichiara Nicola Montanino, presidente del movimento politico “Italia delle Idee”, che interviene sulla questione dei trasporti in Campania.

Oggi c’è stata l’ennesima giornata durissima per il settore: allo sciopero nazionale si è aggiunto quello del sindacato Orsa nella ex Circumvesuviana. Inoltre è arrivata la notizia della turista straniera rimasta “intrappolata” nella stazione “Vesuvio – De Meis” e liberata due ore dopo dalla polizia. Dice Montanino: “Sarebbe sbagliato prendersela con i lavoratori: la realtà è che il settore dei trasporti deve essere tutelato e rilanciato. Tagliare gli sprechi è giustissimo, ma questo non deve significare meno efficienza e, soprattutto, meno servizi per gli utenti”.

Italia delle idee


SHARE