Inaugurata piazzetta Canesca

2

DonDavidePiazzetta1

Applausi spontanei, emozione generale e festeggiamenti comunitari hanno accolto in prima serata l’inaugurazione della piccola piazzetta realizzata dall’amministrazione in via Canesca, con la benedizione da parte di don Davide D’Avino, parroco in M.SS.Immacolata, della statua del cuore di Gesù, acquistata per volere del consigliere Salvatore D’Auria e delle persone del posto. Una serata preceduta da una breve funzione liturgica, intensa nella sua semplicità, che ha visto come  protagonisti gli abitanti dell’antica masseria, il Sindaco Carmine Esposito, il Presidente del Consiglio     Lello Abete e alcuni consiglieri comunali, tra cui Giustina Maione.

La piazzetta è stata costruita nello stesso luogo in cui sorgeva un antico forno comune alle famiglie del posto, che però era in disuso, semidistrutto e pericoloso, specie per i più piccoli. Il vecchio forno fu abbattuto e, in accordo con i cittadini, al suo posto ora c’è un luogo attrezzato con panchine e aiuola per ritrovarsi e “per dire il rosario – aggiungono alcune signore – e col bel tempo passare ore piacevoli a chiacchierare. E’ una bella cosa avere questa piazzetta, qualcuno di noi l’ha già arricchita con altre piantine”.

“Abbiamo fatto una cosa che andava fatta e ne sono soddisfatto. La gente ha risposto     complimentandosi  – afferma il consigliere comunale Salvatore D’Auria – e questo mi spinge a continuare ad avere occhi vigili sulle periferie”. Le famiglie del posto hanno partecipato in massa e, come è loro tradizione, hanno organizzato un momento conviviale, preparando ed offrendo varie delizie sia rustiche che dolciarie, per far festa insieme al Sindaco e al Parroco.

“E’ un territorio fervente e ricco di iniziative, che merita attenzione e sviluppo in modo tale che consenta ai cittadini di poter vivere bene – ha affermato il sindaco Carmine Esposito – e certamente a quest’opera, oltre agli interventi già realizzati, seguirà una programmata riqualificazione e un miglioramento strutturale e urbanistico”.


SHARE