Scarichi abusivi, la polizia municipale intensifica i controlli

3

Parco-Nazionale-del-Vesuvio

Si segnala che nell’ambito dell’attività di vigilanza e controllo del territorio e dell’ambiente, al fine di contrastare l’illecito abbandono di rifiuti speciali, in data 23 c.m., è stato effettuato un accesso ispettivo presso l’area antistante l’immobile sito in questa Via Proficua Paliata, in piena area del Parco del Vesuvio, ove era stata segnalata una discarica abusiva e un’attività di autodemolizione.

Il controllo effettuato ha effettivamente consentito di constatare nell’area di circa 700 mq., di pertinenza dell ‘immobile occupato da nuclei familiari di nazionalità rumena, la presenza di diverse autovetture, alcune già in parte sezionate e smontate, e l’accatastamento di vari pezzi di carrozzeria e meccanica di ogni genere, compresi pneumatici, accatastati in diversi punti della predetta area.

Si rinvenivano, altresì, oltre ad arnesi atti allo scasso, quali tronchesi, sacchi in plastica tipo condominiali contenenti guaine di varie dimensioni provenienti presumibilmente da cavi elettrici da dove era stato asportato il rame, numerose lattine di banda stagnata, bidoni di varie dimensioni, nonché vari cumuli di ceneri prodotte dall’incendio di materiali vari come anche i fili in plastica.

Nel corso degli accertamenti si è constatato che le utenze elettriche a serizio del sito erano collegate ad un cavo elettrico, senza alcun tipo di protezione e parzialmente interrato che fuoriusciva da una cassetta di derivazione Enel, chiaramente e visibilmente manomessa, senza passare per alcun misuratore ( contatore) per cui si richiedeva l’intervento dei tecnici dell’Enel per accertarne la sottrazione illecita di energia elettrica.

Il controllo eseguito accertava, infatti, la frode perpetrata nei confronti dell’Enel e quindi il furto continuato di energia elettrica, essendosi gli occupanti allacciati direttamente alla centralina dell’Enel, baipassando il contatore, risultato, tra l’altro, disabilitato dalla stessa Società per morosità in data precedente.

L’area antistante l’immobile di cui sopra, con i veicoli, le parti già sezionate degli stessi e tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, mentre sono state denunziate all’Autorità Giudiziaria due fratelli di nazionalità rumena per l’attività abusiva di autodemolizione e recupero rifiuti in violazione del d.lgs. 152/06 e per il furto dell’energia elettrica, per la qualcosa è stato denunziato anche il firmatario del contratto di locazione non presente al momento dell’accesso.


SHARE