Piccolo risponde ad Onda Bianca e punta sul “giusto equilibrio” per confrontarsi

3

“Sono Pasquale Piccolo e cercherò di rispondere in maniera chiara e concreta alle vostre domande senza parlare il politichese.

In merito alla prima domanda proporrei una commissione per l’analisi dei reali bisogni che faccia emergere verso quali politiche comunitarie indirizzare sostegno e sviluppo per mobilità e formazione. Proporrei qualora dovessi raggiungere il Mio traguardo un rappresentante del vostro movimento presente in giunta ai fini propositivi soprattutto in relazioni a tematiche inerenti la realtà di cui fate parte; ritengo inoltre necessario ed obbligatorio che l’assessorato alle politiche giovanili preveda una personalità adeguata che viva quel mondo , che ne conosca i disagi , che rappresenti e lavori in sinergia con il Forum Dei Giovani.

Per il bene confiscato alla camorra e destinato al Forum proporrei che possa diventare un centro polifunzionale organizzativo ed operativo per progetti quali laboratorio teatrale o ad indirizzo artistico utilizzando parte dell’indennizzo che non percepirò’ e che intendo destinare a sostegno di attività sociali.

In coerenza con quanto ha contraddistinto il mio percorso in questi mesi , non sento di fare grosse promesse, tenendo conto anche della forte crisi economica che attanaglia il nostro paese. Ma sicuramente attraverso l’istituzione di consorzi e cooperative con incentivi fiscali si possono promuovere delle attività lavorative, attraverso anche una turnazione trasparente e meritocratica delll’assegnazione di opere di manutenzione e costruzione a team di giovani architetti o ingegneri. Somma e’ piena di risorse umane che chiedono solo di essere utilizzate. Non trascurerei inoltre la valorizzazione del suolo agricolo e delle colture locali con potenziamento e tutela delle aziende agricole esistenti. Inoltre la possibilità di inserire Somma, come città d’arte in un piano turistico ambientale più’ vasto, aprirebbe ulteriori possibilità lavorative.

Per il quinto punto e’ necessario fare una premessa, le agenzie formative per eccellenza sono la scuola e la famiglia ed è lì che gli strumenti devono essere maggiormente utilizzati affinché l’adolescente prima e il giovane poi possano comprendere il vero significato di cultura. La cultura e’ soprattutto partecipazione e non a caso nel nostro programma , istruzioni cultura e sport sono racchiusi in un unico paragrafo, pertanto la risposta agli ultimi tre punti e’ unica ed univoca: valorizzazione attraverso convegni e manifestazioni teatrali e concorsi letterari a tema, nelle scuole di ogni ordine e grado, su ambiente e usi e costumi della tradizione, collaborazione concreta con le associazioni presenti sul territorio , manifestazioni sportive legate all’ambiente.

Potrei ancora dire tanto cari PICCOLO Sindaco 2amici ma resta un fatto che quanto detto da me sia pur concreto e fattivo sarà ripetuto, ampliato o magari criticato dai mie avversari. E allora come fare per dare fiducia?
Osservando ciò che è stato o non è stato, analizzando le coalizioni che si sono proposte e i motivi stessi delle coalizioni; e scegliere il giusto equilibrio per potere avere un successivo confronto; e premetto che non mi ritengo l’unico a percorrere questa strada del colloquio e della libertà e del rispetto per le persone”.


SHARE