Lunedì sera la rassegna “Sant’Anastasia Arte e Spettacolo”

1

Inizia con l’evento dal titolo “Teatro contemporaneo e cinema” il 21mo anno della rassegna “Sant’Anastasia Arte e Spettacolo”, in programma lunedì 13 maggio 2013, ore 19,00 nell’aula consiliare di piazza Siano. Il titolo prende in prestito la testata della rivista diretta dal prof. Gianfranco Bartalotta (docente di storia del teatro e dello spettacolo – Università di Roma tre) che ne parlerà, unitamente all’esperta Lucia Stefanelli Cervelli incaricata di presentare la serata al primo cittadino, Carmine Esposito, agli invitati ed al pubblico che interverrà.
In occasione della pubblicazione sulla rivista di Bartalotta di un articolo che parla della regia magica del dramma “Isole” e del “piccolo teatro tra il disordine del trovarobato e un amico regista (Carmine Giordano)”, sarà inaugurato un “Albo d’oro” in cui apporranno le firme tutti coloro che hanno avuto contatti con questa particolare opera teatrale, tra cui le associazioni e i luoghi che l’hanno ospitata: Libera Accademia Eleatica – Ogliastro Cilento; Centro Artistico Culturale “Arcobaleno” e Borgo de Coronati – Angri; ass. “Il faro” – Casalnuovo; ass. Gulliver – Palma Campania.
Sindaco&GiordanoL’evento sarà arricchito da una performance dal dramma “Isole”, opera di Gianni Spataro, drammaturgo e studioso di metodologia teatrale, egregiamente curata da Carmine Giordano, che, pur riproposta da anni, ha il pregio artistico di non essere mai la stessa opera e mai trasmette le stesse emozioni. Con proiezioni di filmati e documenti del percorso storico della rappresentazione dell’opera “Isole”, intorno alla quale si sono formati nuovi attori e per la quale molti attori affermati hanno calcato il palco del teatro Gregorio Rocco, si potrà comprendere ed apprezzare sia il valore del dramma di Spataro, sia l’eccellenza raggiunta dalla Scuola di Teatro e dai suoi alunni, vere “isole” artistiche che hanno fatto di “Isole” un’opera “mutante” nello spazio del Teatro, nel testo, nel tempo delle rappresentazioni, nell’interpretazione, nelle emozioni che ha suscitato negli attori-studenti e nel pubblico.
“Siamo onorati di accogliere in città il prof. Bartalotta – afferma il sindaco Carmine Esposito – in occasione del primo degli eventi della rassegna che abbiamo patrocinato e già istituzionalizzato per il valore formativo, artistico e culturale”.