Degrado al Casamale, esposto di Auriemma

9

Un incontro con i cittadini del rione Casamale a Somma Vesuviana, l’ascolto dei loro problemi e delle difficoltà che si vivono quotidianamente al centro storico, dal quale è nato l’esposto/denuncia che sarà presentato in questi giorni a forze dell’ordine e procura della Repubblica di Nola. Il primo firmatario Giuseppe Auriemma, il candidato sindaco di Pd, Centro Democratico e Somma Attiva e a seguire i candidati al consiglio comunale nelle tre liste che sostengono Auriemma.

L’esposto, che è indirizzato al Comando dei Carabinieri di Somma Vesuviana, al Comune di Somma Vesuviana, alla polizia municipale, alla Procura, denuncia lo “stato di invivibilità del Quartiere Casamale che minaccia quotidianamente la incolumità fisica e psicologica dei residenti”. I problemi segnalati da Auriemma e dalla sua coalizione sono diversi a cominciare dalla viabilità per terminare con la delinquenza.

“Stradine impercorribili per le auto parcheggiate”, si legge nel documento, “in modo barbaro che oltre a non consentire i transiti pedonali spesso violano i diritti di proprietà e rendono inutili il pagamento delle tasse (Passi Carrabili). Spesso si sono verificate scene di panico per l’impossibilità di accesso al Rione di ambulanze. Lo stato di indigenza di cittadini extracomunitari che vivono in luoghi non agibili ne abitabili, che pagano fitti superiori a regolari canoni e che provocano ulteriore danno alla cittadinanza intera per l’evasione di imposte e tasse.

La struttura del Borgo, la mancanza di ordine, di sicurezza, di presenza di forze dell’ordine, hanno costituito un luogo ideale per attività delinquenziale di ogni genere compreso lo spaccio della droga”. Ragioni gravi che spingono i candidati e i residenti del Casamale a denunciare perché “stufi, arrabbiati e seriamente preoccupati per la loro incolumità, per la loro salute e per il futuro dei loro figli”.

incontro al casamale


SHARE