Confronto pubblico tra i candidati a sindaco

2

foto_confronto

Si è tenuto domenica 19 maggio un confronto pubblico tra i candidati a sindaco del Comune di Ottaviano. Organizzato dall’associazione ottavianese “Il Confronto” e ospitato dall’I.S.I.S. “De Medici” di via Zabatta, l’evento ha rappresentato per la cittadinanza un’occasione per conoscere idee e proposte dei quattro candidati: Andrea Nocerino, Crescenzo Guastaferro, Luca Capasso e Gennaro Barbato.

Con un tempo di risposta di due minuti per ciascuna domanda, i candidati hanno affrontato diverse tematiche: dai criteri per la formazione delle liste, al problema della viabilità e delle periferie, passando per sviluppo economico e politiche giovanili.
Grande soddisfazione è stata espressa dal candidato Andrea Nocerino: “Credo sia innanzitutto doveroso ringraziare l’associazione il Confronto: grazie all’impegno e alla passione di questi giovani ottavianesi, la cittadinanza ha potuto assistere ad un dibattito vero, costruttivo e propositivo. Siamo soddisfatti di aver avuto questa occasione per far conoscere le nostre proposte ai cittadini. La grande partecipazione della cittadinanza a questo evento testimonia l’amore e l’interesse degli ottavianesi per la cosa pubblica. È ora che i cittadini si riapproprino della città: proprio da questa esigenza nasce la mia decisione di candidarmi con sole liste civiche. Ritengo che alla base di un buon governo debbano esserci innanzitutto senso civico e appartenenza al territorio: grazie al mio impegno nell’associazionismo e nel volontariato ho avuto la possibilità di toccare con mano le esigenze di una cittadinanza troppo spesso costretta a non vedere esaudite le proprie richieste. Di qui la scelta di candidare nella nostra coalizione cittadini provenienti da diversi ambiti della società civile: le risposte per il cambiamento di Ottaviano devono partire dalla città stessa, da quei cittadini che ogni giorno vivono la nostra realtà e si impegnano per la sua crescita, svincolandosi dalle logiche di una vecchia e cattiva politica.  Per restituire alla nostra Ottaviano la dignità e lo splendore che l’hanno contraddistinta in passato e proiettarla in un futuro di sviluppo e rilancio, abbiamo deciso di partire da forze nuove, dai giovani, espressione di speranza e voglia di cambiamento. Tutti insieme si può!”.

SHARE