Amministrazione Pagano, la prima non va

3

SAM_3745

La prima della nuova amministrazione capitanata da Stefano Pagano non va. Ieri sera, durante il consiglio comunale previsto per dar lettura dell’unico punto del giorno riguardante la lettera del prefetto che sospende il primo cittadino Domenico Auricchio per diciotto mesi, c’è stato un annullamento del consiglio per un vizio di forma, in quanto a fronte di ciò che è accaduto, non è stato convocato il dott. Gaetano Casillo, primo non eletto nelle file del Pdl.
Ad accorgersene di tale situazione il consigliere d’opposizione Salvatore Annunziata, che sostenuto dagli altri consiglieri di minoranza ha fatto notare questa mancata convocazione. A rispondere a ciò, è stato il segretario comunale, dott. Vito Gaetano, che francamente ha risposto che non vi era la necessità, né il dovere di dover convocare il nuovo consigliere. Ancora l’avv. Annunziata, tra il silenzio dei consiglieri di maggioranza, fa notare che nella delibera dell’ultimo consiglio comunale, vi sono fatti che non corrispondono alla realtà, in particolare, fa riferimento alle offese ricevute dai membri dell’opposizione da parte del segretario sopra menzionato.
A rompere gli indugi nella maggioranza, ci pensa Felice Avino che bacchetta l’opposizione sulla questione della mancata convocazione del nuovo consigliere Casillo, ma mentre lo interrompe Franco Nappo, i membri della maggioranza lo lasciano solo, facendolo predicare solo nel deserto. Dopo tempo, la parola va al consigliere Aquino, il quale auspicava un inizio per Pagano e riceveva applausi quando dichiarava per Auricchio un risolversi in fretta dei suoi guai con la giustizia, e che i loro scontri erano sempre e solo di natura politica.
Dopo ancora varie polemiche tra opposizione e il facente funzioni Pagano, si decide l’annullamento del consiglio comunale con la possibilità di riconvocarlo per la settimana prossima. La prima non va…. Speriamo nel futuro!


SHARE