Rus Vico corsara, espugnata Scisciano

2

548638_527434317274889_1083575406_nPrima vittoria esterna della Rus Vico, che batte la Juvenes Scisciano e ottiene tre punti fondamentali per le ambizioni della squadra palmese.

Partita perfetta per l’undici di Muto, che dimostra una grande solidità difensiva, con il trio Rainone-Fiorillo-Fortunato autore di una gara impeccabile, ed un insolito cinismo. Fin dagli inizi i gialloblu s’impossessano del pallino del gioco, riuscendo a rendersi pericolosi con delle trame davvero piacevoli.

Gli ospiti non riescono a costruire e appaiono nervosi, vista la moltitudine di interventi fallosi a cui hanno fatto ricorso. Il match si sblocca agli inizi del secondo tempo, quando Giancarlo Rainone s’incarica di battere una punizione dal limite: l’esecuzione è esemplare ed il portiere di casa non può fare davvero nulla sul mezzo esterno del difensore.

I padroni di casa reagiscono, ma è sempre il Vico a rendersi pericoloso in contropiede grazie alla velocità di Velardi e Santorelli. Verso la metà del secondo tempo accade l’episodio che avrebbe potuto torpare le ali della Rus Vico, con l’arbitro che concede un rigore generoso alla squadra di casa.

Il condizionale è d’obbligo, perché Carbone (foto) si conferma grande para-rigori, neutralizzando il penalty e prendendosi l’abbraccio meritato dei suoi compagni. Il gesto tecnico del portiere palmese, scoraggia la Juvenes, che non sarà mai pericolosa per il restante della partita. Una bellissima vittoria, quindi, che riapre quel sogno chiamato play-off. Ma ditelo a bassa voce.

 


SHARE