Real Terzigno, derby ricco di gol

1

real terzigno

Si ritorna a giocare! Il Real Terzigno dopo le sanzioni disciplinari inflitte dal giudice sportivo, ritorna in campo nell’atteso derby contro l’Atletico Terzigno. La squadra di casa, senza gli squalificati Ambrosio, Franzese, Avino, Annunziata, si presenta con il duo d’attacco Donnarumma – Carillo, capaci di incutere terrore in qualsiasi difesa, anche di categoria superiore, sempre supportati da quel genio calcistico di Falanga, capace di mandare in rete con facilità i punteri rossoneri.

La partita, arbitrata dal signor Cerbone della sezione di Frattamaggiore, inizia subita con bellissime trame di gioco eseguite dai padroni di casa che portano al gol Donnarumma. Il “ gabbiano” vola letteralmente in campo, capace di sorprendere in velocità la difesa avversaria e gela per altre due occasioni il portiere avversario Saggese.

L’Atletico risponde alla fine del primo tempo con un gran goal di Auricchio che da una distanza di circa trenta metri, fa esplodere un tracciante che trafigge il portiere di casa Nappo. Si arriva alla fine del primo tempo con il risultato di tre a uno per i rossoneri di casa con tripletta di Donnarumma. Nel secondo tempo l’Atletico, supportato in difesa sempre dall’ottimo Giuliano, inizia con un piede sull’acceleratore e alla prima azione Avino Fedele fugge sulla fascia destra mettendo al centro un pallone, che dopo una dormita della difesa rossonera, fa sì che Auricchio insacca per la sua doppietta personale. S’iniziano a vedere delle belle trame di gioco da entrambi le compagini, ma al 15’ della ripresa, percussione di Carillo sulla fascia sinistra, palla al centro per l’accorrente Ilardo che da due passi a porta sguarnita mette in rete. Dopo dieci minuti, l’esterno di fascia sinistra locale perde palla lasciando spazio ad Avino, il quale come un treno elude la difesa avversaria e favorisce un facile goal di Sorrentino.

La gara termina con il punteggio di quattro a tre, ma a vincere è stato lo sport, il calcio, una giornata vissuta al V. Pozzo di Boscoreale, con gli spalti gremiti a incitare entrambe le squadri di Terzigno. Il presidente Giordano a fine gara ci dichiara: “E’ questo il nostro modo di calcio, senza polemiche con la classe arbitrale e con la squadra avversaria, è stata una giornata di sport, di festa per la Terzigno calcistica, adesso attendiamo con impazienza il giudizio definitivo del giudice sportivo, ma ripeto e rilevo è questo il modo in cui noi intendiamo fare calcio, l’episodio Cercola, perché si tratta solo dell’episodio, rimarrà una brutta pagina del libro che noi intendiamo scrivere per Terzigno”.

Da rilevare la brillante prestazione di Falanga e Donnarumma per il Real Terzigno e di Avino, Auricchio e dell’arcigno Giuliano per l’Atletico.


SHARE