Presentata l’app istituzionale “My City Terzigno”

31

image

È stata presentata, ieri, l’App istituzionale “MY CITY TERZIGNO”. Al tavolo tecnico, presenti Stefano Pagano, Presidente del Consiglio Comunale di Terzigno, l’avv. Francesco Ranieri, vice sindaco e assessore all’informatizzazione dell’ente, Pasquale Ciaravola assessore alle attività produttive, dott. Giovanni Baserga responsabile divisione web “Gruppo Gaspari”, il dott. Angelo Pagano, consulente informatico del Comune, il dott. Alberto Romano, con l’incarico di moderatore.

Il dott. Romano ha introdotto la conferenza stampa di presentazione dell’App, parlando proprio dell’evoluzione tecnologica che quest’amministrazione sta compiendo dal 2009, questo processo d’interattività con i cittadini sta progredendo, e, questo nuovo sistema sarà il metodo di auto comunicazione per i cittadini vesuviani di dialogare con l’Ente. Il Comune di Terzigno è all’avanguardia sotto l’aspetto tecnologico grazie soprattutto all’applicazione costante degli assessori di riferimento. A fare gli onori di casa è stato il Presidente del Consiglio comunale, Stefano Pagano che ha puntato il dito soprattutto sulla coesione che ci deve essere tra i cittadini e il Comune, al di là di ogni colore politico, al di là di ogni pensiero, ha rilevato più volte di concorrere per lo stesso obiettivo. Terzigno deve essere al centro degli interessi di tutti, non deve essere la persona che è identificata, ma l’Ente.

Il dott. Baserga, tecnico del gruppo Gaspari, ha posto l’accento sull’importanza che riveste questo nuovo tipo di prodotto, soprattutto ai fini commerciali dove ogni cittadino può sentirsi partecipe delle iniziative ad alto tasso tecnologico, può essere anche uno strumento per chi sta all’estero di sapere cosa succede nel proprio territorio. Non sono mancati momenti di polemica, soprattutto in base alle non veritiere notizie presenti, generate da errori che il mondo web può diramare e in proposito a tale diatriba, il dott. Pagano, consulente informatico del Comune, ha dichiarato che saranno corretti questi errori, ma ha subito proposto le potenzialità e utilità per il territorio di questa nuova applicazione. Questo processo d’informatizzazione è utile per tutte le fasce d’età, dal ragazzino di quindici anni alla persona adulta, dallo studente al professionista. Ha continuato dichiarando che questo è solo il primo passo che è stato fatto, adesso vi saranno delle riunioni tecniche per divulgare l’app istituzionale. L’assessore Ciaravola vero promotore dell’iniziativa, è stato chi, in tempi non sospetti, ha voluto che il Comune di Terzigno compisse questo passo importante. Ha posto in rilievo un argomento di quando è stato attaccato sul social network, per aver scopiazzato l’app dal comune della vicina Sorrento. Una vera bugia, perché il comune sorrentino ha bandito solo ora, una gara per garantirsi l’app, quando Terzigno già stava lavorando in tal proposito. Sono state parole dure dell’assessore, soprattutto perché si è messo in discussione il comportamento di professionisti, che hanno lavorato per garantire un bene prezioso alla cittadina vesuviana.

Ha terminato dichiarando che, oltre a essere aperto a ogni fonte di rinnovamento per garantire un servizio ai suoi concittadini, vorrebbe che ognuno nel suo piccolo dia il contributo per far risorgere la nostra Terzigno. Ha concluso l’avvocato Ranieri, ora assessore all’informatizzazione dell’Ente, riconoscendo i meriti di Pasquale Ciaravola, e promettendo che al di là di polemiche dopo l’estate ci saranno nuovi progetti per il paese, dall’istallazione delle telecamere sul territorio allo sviluppo della rete wi-fi. Terzigno sta risorgendo, vuole risorgere, adesso siamo i primi in Campania a utilizzare questo nuovo strumento istituzionale, deve esserne data ampia divulgazione ai nostri cittadini attraverso riunioni tecniche con le associazioni di categoria, con i dirigenti scolastici, ma soprattutto con chi vuole veramente bene a Terzigno.


SHARE