Notizie false sulla distribuzione d’acqua. La Gori esce allo scoperto

6

images

Il comitato nolano per l’acqua pubblica ormai utilizza qualsiasi mezzo per attaccare la GORI. Questa volta lo fa su Facebook, pubblicando informazioni fasulle che rischiano di provocare un allarmismo di una gravità inaudita, ma anche paradossale.

Perché nella notizia apparsa oggi sulla pagina del comitato si ritiene “stravagante” la fattura inviata ai cittadini Nolani, si sostiene che la Società abbia “una faccia tosta che non ha eguali” e si conclude con un “bugiardi e incoscienti”. Peccato che di “stravagante” ci sia solo la fantasiosa interpretazione da parte del comitato del CERTIFICATO DELL’ACQUA che la GORI, in una strategia informativa di massima trasparenza, pubblica ormai da oltre 3 anni sul proprio sito web (home page: qualità dell’acqua – etichetta dell’acqua) e da un anno sulle bollette destinate a tutti gli utenti dell’ATO 3 Campania.

Ed è proprio tale certificato – nel caso di specie quello riferito al comune di Nola e relativo al secondo semestre del 2012 – l’oggetto della disinformazione. Nella pagina del comitato si dichiara – in modo a dir poco irresponsabile – che nella somministrazione di acqua alla cittadinanza vengono superati di ben 25 volte i valori legali di nitriti e ammonio e che a fronte di un valore massimo 0.02 mg/l i valori sarebbero di 50 mg/l.

In realtà, è vero il contrario: i valori massimi di legge sono pari a 0.50 mg/l, e quelli presenti nelle acque sono 0.02 mg/l. I valori reali, quindi, sono di ben 25 volte più bassi di quelli limite previsti dalla legge. E’ evidente, quindi, che la “faccia tosta” è solo di quelli che, con una interpretazione ignorante e strumentale, diffondono notizie del tutto false spacciandole per vere, facendo leva magari sulla fiducia dei lettori o sulla loro stessa superficialità, per creare allarmismi “bugiardi e incoscienti”, a solo danno della collettività.

Considerata dunque la gravità delle affermazioni riportate nella notizia in questione in relazione alla rilevanza e alla delicatezza del servizio pubblico essenziale gestito ed erogato dalla GORI, quest’ultima ha prontamente inviato una segnalazione a Facebook per l’oscuramento immediato della pagina, riservandosi comunque ogni più opportuna iniziativa legale per tutelare la propria immagine ed impedire di veicolare agli utenti del servizio idrico integrato informazioni scorrette e dannose.


SHARE