Napoli spietato, Genoa al tappeto

0

212627945-24b331a8-0ed1-4ca8-8553-1dbd6e981faa

Che notte quella del San Paolo. Un Napoli strabiliante batte 2-0 il Genoa, mette il Milan a -4 e ipoteca la qualificazione alla Champion’s League.

Che la serata possa essere una festa tutta azzurra lo si capisce sin da subito, con Pandev che va vicino al goal con un sinistro dal limite. Al 19′ è ancora il macedone ad essere protagonista, ma stavolta la storia è ben diversa, perché il tiro del numero 19 azzurro, grazie anche alla deviazione di Granqvist, s’infila all’incrocio, e fa esplodere l’urlo dell’impianto di Fuorigrotta.

Dopo l’1-0 l’undici di casa spinge ancora di più sull’acceleratore; Hamsik è imprendibile e al 29′ regala l’assist per il goal del raddoppio: grande contropiede (stile Napoli, per intenderci), lo slovacco serve un pallone d’oro per Dzemaili che insacca nell’angolino e conferma la sua buona vena realizzativa. Il Genoa non reagisce e dopo una gran serpentina di Hamsik, il cui tiro ravvicinato sbatte contro Frey, finisce la prima frazione.

Il Napoli del secondo tempo è ancora più strabordante. Il risultato non si incrementa solo grazie al portiere rossoblu e alla sfortuna di Cavani. Sì, perché il Matador spreca più di un’occasione, tra cui, un rigore concesso per fallo di Kucka su Hamsik. Enesimo rigore sbagliato dagli azzurri, unica nota stonata della serata.

La partita, di fatto, termina così, con Cavani che si dispera e Frey che fa il fenomeno. Ma poco importa, perché adesso il Napoli potrà affrontare lo scontro diretto della prossima giornata col Milan, con un vantaggio di ben 4 punti. Mica male.


SHARE